GhostRecords.it

latest release

prev

Tutte Le Canzoni

Islands EP

Home (EP)

Our Life Will Be Made Of Simple Things

Horns

Spazioperso

Belize - S/T (musicassetta)

Kill Me Twice

We Are Lions

Still

next

Album

The Fall Of 1960

The Fall Of 1960

Canadians
Venus Distribuzione

2010 (GHST037)


Ghost Records è lieta di presentare il secondo lavoro sulla lunga distanza per i Canadians, dopo l’esordio “A sky with no stars”, datato ormai 2007. THE FALL OF 1960 è un disco nato e realizzato in maniera totalmente diversa rispetto al precedente. La band ha infatti deciso di dedicare tutto il 2009 alla scrittura e alla registrazione dei nuovi brani, prendendosi una pausa dal lungo tour che, per un anno e mezzo, l’ha vista calcare i palchi di tutti i più importanti club e festival italiani, con alcune importanti esibizioni all’estero, come ad esempio quella al SXSW 2008, e con importanti riconoscimenti, come “MTV Best new act 2007”, “SPIN Artist of the day” e il primo premio dell’Heineken Jammin’ Contest 2006.
Anche in questo nuovo lavoro il gruppo riesce a mantenere l’equilibrio tra il muro di chitarre e la melodia, variando però l’approccio all’arrangiamento. Sono infatti presenti mandolino, banjo, violini, pianoforti, glockenspiel, chitarre acustiche, che contribuiscono a rendere il disco più eterogeneo. Anche la decisione di affidare due brani alla voce del tastierista Vittorio (Yes Man e The richest dumbass in the world) e del bassista Massimo (The richest dumbass in the world) ha permesso di esplorare un ambito pop molto diverso rispetto agli esordi del gruppo.
Per la produzione artistica la band ha deciso di lavorare ancora con Matteo Cantaluppi, presente sia in fase di preproduzione che per tutta la permanenza in studio per le registrazioni e il mixaggio. La decisione di registrare su nastro analogico e quasi esclusivamente in presa diretta ha permesso al gruppo di trasportare su disco l’immediatezza dei live, condensando in dieci tracce le linee guida del progetto Canadians fin dalla nascita, nel 2005: coniugare parti vocali memori della lezione impartita da band come Beach Boys, Grandaddy e Weezer con ritmiche e sonorità che rimandano al più classico indie rock chitarristico anni ‘90/’00 di Nada Surf, Dinosaur Jr, Built To Spill e Foo Fighters.
Il desiderio di sperimentare nuove soluzioni sonore ha dato i suoi frutti: parti a cappella, brani semiacustici, intro pianistiche, una ricerca melodica mai banale fanno di THE FALL OF 1960 il disco della piena maturità artistica per i Canadians. Un album che parla principalmente di tematiche come la natura e l’amore e di come i due elementi si mescolino misteriosamente nella mente di Duccio, principale autore delle liriche.

TRACKLIST:

1) A Great Day
2) Leave No Trace
3) Carved in The Bark
4) The Night Before The Wedding
5) Yes Man
6) Rain Turns Into Hail (And Then The Sun)
7) Kim The Dishwasher
8) The Fall Of 1960
9) The Richest Dumbass In The World
10) Open Letter To An Alpine Marmot
Press Area


Newsletter

Accetto pienamente informata/o in base all'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 sul trattamento dei propri dati personali, ai sensi dell'art. 23 dello stesso.

Ghost Records & Publishing S.n.C. Music Entertainment

Via Monviso, 6 21100 Varese (VA) - P.IVA 03135300121
email info@ghostrecords.it - web www.ghostrecords.it

Web Design & Develop by SIS srl

Copyright © 2005 Ghost Records & Publishing S.n.C. - All Rights Reserved.